Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
Condividi: Facebook Twitter
 
 

Festa dei Cimbri della Lessinia

Si è conclusa con successo a Sant'Ulderico di Tretto la 30ma edizione dell'evento di cultura, storia e gastronomia che ogni anno avvicina alla comunità cimbra dei XIII Comuni nel veronese

Festa dei Cimbri - San Ulderico di Tretto, 13/14 luglio 2019


Sant'Ulderico di Tretto è una piccola comunità che circa 50 anni fa si univa al comune di Schio, in provincia di Vicenza, e quindi non appartiene alla Lessinia storica, quella dei XIII Comuni cimbri in provincia di Verona. Ma allora come mai è stata scelta per ospitare l'annuale Festa dei Cimbri della Lessinia lo scorso 13 e 14 luglio?
La risposta è semplice, e si concretizza nella diversificata attività che il Curatorium Cimbricum Veronense ha messo in campo per aiutare questa comunità a riscoprire le proprie origini storiche e culturali, che si rifanno chiaramente ad un'antica presenza tedescofona di coloni bavaro-tirolesi, come testimoniano le centinaia di toponimi di località e insediamenti.
Rilevante è stata in questo contesto la presentazione del libro di Angelo Saccardo "Il Tretto, la sua gente, la sua storia": un volume di 900 pagine che recuperano le radici storiche di questa comunità a cavallo tra le terre alte dei Sette Comuni vicentini e la Lessinia veronese.
Un altro momento "alto" della manifestazione è stato il conferimento dell'onorificenza di Gran Massaro dei Cimbri allo scrittore di Luserna Andrea Nicolussi Golo, in considerazione della sua produzione letteraria e della traduzione in cimbro di uno dei capolavori di Mario Rigoni Stern, il "Tönle Bintarn", oltre alla traduzione di altre opere narrative di fama internazionale, come "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry. E così anche Nicolussi Golo sarà riconosciuto tra i cimbri come "persona sapiente" e il suo nome ricordato assieme ad altri personaggi che fino ad oggi hanno illuminato la presenza cimbra sulle montagne della Lessinia e dell'intera Zimbar Earde.
Alla manifestazione hanno preso parte, come ormai di consuetudine, anche i Pistonieri dell'Abbazia di Badia Calavena.

Per informazioni:
Vito Massalongo
Curatorium Cimbricum Veronense
E-mail: vitomaxx@gmail.com