Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
Condividi: Facebook Twitter
 
 

Chantar l'Uvern 2019-2020

Prosegue fino a ridosso della Pasqua la tredicesima edizione della rassegna che da anni promuove le lingue e le culture occitana, francoprovenzale e francese in Piemonte

Ha preso il via all’inizio di dicembre la tredicesima stagione di Chantar l’uvern, l’atteso evento invernale il cui ricco programma abbraccia 30 Comuni delle aree occitane, francoprovenzali e francesi delle Valli di Susa e Sangone.
Chantar l'uvern nasce, quale progetto di rete di area geografica vasta, a seguito delle Olimpiadi invernali di Torino 2006 e del riconoscimento dell’occitano lingua olimpica, e viene realizzato grazie alla sinergia dell'Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie e dell’associazione Chambra d'Oc, in collaborazione con la Città Metropolitana di Torino, il Centro Studi Documentazione Memoria Orale (Ce.S.Do.Me.O.) di Giaglione, l’Ecomuseo Colombano Romean e il Consorzio Forestale Alta Valle di Susa.

Si tratta di un’esperienza unica nel suo genere, almeno per quanto riguarda la Regione Piemonte, per il numero di enti interessati e per le finalità che vengono in essa perseguite: un nutrito programma di iniziative culturali e linguistiche di alto livello che coinvolge artisti, editori, antropologi, linguisti e studiosi i quali, unendo le loro forze e il loro sapere, contribuiscono a dare lustro e visibilità alle valli.

Tra gli eventi ai quali si potrà assistere, segnaliamo il concerto del gruppo musicale “Trouveur Valdotèn” e dell’ensemble “Noe Novel”, con il benvenuto delle voci bianche del Corus in Fabula, domenica 29 dicembre alle ore 21.00 presso il Palazzo delle Feste di Bardonecchia. Si tratta del risultato artistico-musicale di un lungo lavoro di ricerca fatto sul ricco patrimonio di Noél francoprovenzali del paese di Bessans nell’Alta Moriana (Savoia).
Inoltre si potrà assistere allo spettacolo 12 canti per 12 lingue (il 28 dicembre a Vaie, il 19 febbraio a Susa e il 14 marzo a Valgioie), allo spettacolo Passacarriera - Chantarem Nouvé (il 30 dicembre a Fenestrelle, il 2 gennaio a Oulx e il 3 gennaio a Sauze d’Oulx), allo spettacolo musicale del gruppo Aire de Prima (il 25 gennaio a Giaglione), al ballo del gruppo Triolet - il tempo della danza (il 4 gennaio a Gravere e il 22 febbraio a Bussoleno), nonché a convegni, a presentazione di libri, a esposizioni tematiche e a visite guidate.

Quest’anno i corsi di lingua rientrano nel calendario degli eventi e prevedono due cicli di incontri per la lingua occitana (il primo condotto da Renato Sibille a partire da venerdì 20 dicembre presso la sede del Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand e dell’Ecomuseo Colombano Romean, il secondo tenuto da Luca Poetto a partire da mercoledì 8 gennaio presso la sede del Consorzio Forestale di Oulx) e un ciclo per la lingua francoprovenzale (condotto da Matteo Ghiotto a partire da mercoledì 27 novembre presso la sala del Consiglio Comunale di Novalesa). I corsi sono anche corredati da una parte online frequentabile contattando direttamente i rispettivi sportellisti.

 



Per informazioni:
CHAMBRA D'ÒC
E-mail: chambradoc@chambradoc.it
Sito web: www.chambradoc.it
Facebook: @chambradoc

PARCHI ALPI COZIE
Sito web: www.parchialpicozie.it
Facebook: @parchialpicozie