Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
 

Riaperto il Museo Centro Documentazione Luserna

Un viaggio nella preistoria degli Altopiani Cimbri è la nuova mostra allestita a Luserna che affianca quelle sull'orso nella cultura popolare trentina e sulle abitazioni tradizionali dell'arco alpino

Da diversi anni il Centro Documentazione Luserna organizza grandi mostre dedicate a temi di carattere storico, naturalistico ed etnografico, destinate a un vasto pubblico, che integrano le esposizioni delle sale museali permanenti del museo. Anche quest'anno, nonostante le difficoltà legate all'emergenza sanitaria in corso, il Museo del piccolo paese cimbro ha potuto riaprire le sue porte per accogliere in piena sicurezza tutti i visitatori.

Oltre a riconfermare le due mostre organizzate nel 2020 – una dedicata all’orso bruno (con ricostruzioni molto suggestive), l’altra all’architettura in legno e pietra delle Alpi – il museo dei cimbri rende omaggio agli uomini preistorici.

Il nuovo allestimento si intitola “Gli Antichi Abitanti. Viaggio nella preistoria degli Altipiani Cimbri” ed è stato realizzato in collaborazione con il MUSE-Museo delle Scienze di Trento, l’Ufficio Beni Archeologici della Provincia autonoma di Trento e il Museo Civico di Rovereto. La mostra racconta, con rigore scientifico ma attraverso un linguaggio accattivante, la vita degli uomini preistorici presenti in questo territorio. Si narrano così le vicende dei cacciatori/raccoglitori che al termine dell’ultima glaciazione, circa 18000/13000 anni fa, risalirono le montagne e, insediandosi, lasciarono traccia della loro presenza.

Attraverso reperti e filmati si documentano quindi le evidenze archeologiche: dalle selci lavorate alle fedeli ricostruzioni delle freccie usate per la caccia, passando attraverso alcuni esemplari di pietre dipinte 13.000 anni fa, scoperte nel 1990 presso il riparo Dalmeri. Non meno importanti le testimonianze rinvenute dentro il centro abitato di Luserna, in località Platz von Motze dove, negli ultimi sessant’anni, gli archeologi hanno scoperto e studiato uno dei più importanti siti preistorici di fusione del rame nell’arco alpino.

Nel periodo estivo apriranno inoltre la Haus von Prükk, ricostruzione di una tipica casa cimbra, la pinacoteca dedicata all'artista cimbro Rheo Martin Pedrazza e, da quest’anno, il Museo gestirà anche il Werk Lusérn, una delle più importanti fortezze austro ungariche del Trentino orientale.

Il Museo rimarrà aperto tutti i giorni fino al prossimo autunno, nel pieno rispetto della normativa e di tutte le misure di prevenzione legate all'emergenza Covid19; dal lunedì al venerdì non sarà richiesta alcuna prenotazione mentre nel fine settimana si potrà accedere solo previo prenotazione telefonica o via email da effettuarsi il giorno precedente.

Ricordiamo poi che oltre a questa interessante sede museale Luserna offre dei sentieri tematici ispirati alla tradizione cimbra (“Sulle tracce dell’orso”, “Sentiero della Grande Guerra – Dalle storie alla Storia”, “Sentiero cimbro dell’immaginario”, “Sentiero della Primavera”) che sono di facile accesso anche per famiglie con bambini.



Quando:
Dal 26 aprile al 7 novembre 2021
Orario: 10.00-12.30 / 14.00-18.00
Agosto: 09.30-12.30 / 14.00-18.30

Dove:
Museo Centro Documentazione Luserna/Dokumentationszentrum Lusérn
Via Trento / Stradù 6 - 38040 Luserna (TN)

Per informazioni e prenotazioni:
Museo Centro Documentazione Luserna/Dokumentationszentrum Lusérn
Tel. +39 0464 789638
E-mail: info@lusern.it
Sito web: www.lusern.it