Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
 

La comunitÓ ladina di Fassa rende omaggio a Padre Frumenzio

L'11 e il 13 febbraio a Canazei e Soraga di Fassa, doppio appuntamento culturale con la presentazione di un libro e di uno spettacolo sulla figura di Padre Frumenzio Ghetta

Père Frumenzio Ghetta de Martin è il titolo del doppio appuntamento che la biblioteca dell’Istituto Culturale Ladino propone a tutti coloro che vogliono conoscere più da vicino questa figura fondamentale per la storia e l’identità ladina.

L’iniziativa è il prodotto di due progetti sviluppati e portati a termine nel 2021 in occasione dell’anniversario dei 20 anni della biblioteca specialistica dell’Istituto Culturale Ladino di Fassa.

Una delle attività più importanti di queste celebrazioni è stato lo spettacolo itinerante «DO L VIÈL DEL SAER - Père Frumenzio vel te dir vèlch», portato in scena con grande successo a settembre dello scorso anno. Vista la richiesta da parte della popolazione e della scuola di un’ulteriore rappresentazione, la pièce rivista e adattata per palcoscenico verrà quindi riproposta venerdì 11 e domenica 13 febbraio a Canazei e a Soraga di Fassa.

La data non è casuale: quale data migliore dell’anniversario della nascita di Padre Frumenzio Ghetta? Si è attesa questa giornata particolare anche per presentare il risultato di un’altra importante iniziativa sostenuta finanziariamente dalla Regione Trentino-Alto Adige. 

Il 2021 infatti ha visto la genesi di una nuova collana editoriale bilingue (ladino-italiano) dal titolo Jent de Fascia, che si propone di scoprire, valorizzare e far conoscere personalità della Val di Fassa che hanno dedicato parte della loro vita per la comunità e per la cultura e l’identità ladina; il primo numero è dedicato appunto a Padre Frumenzio Ghetta e verrà presentato in concomitanza con lo spettacolo teatrale.

Il libro è stato scritto dalla bibliotecaria dell’Istituto Culturale Ladino, Alberta Rossi, assieme alla direttrice Sabrina Rasom, con la collaborazione storico-scientifica del prof. Cesare Bernard e la partecipazione della famiglia di Padre Frumenzio, in particolare del fratello Bruno Ghetta, nonché di alcune persone che lo hanno conosciuto da vicino: Luciana Chini dell’Archivio di Stato di Trento e Marco Weiss, figlio del custode storico della chiesa di Santa Giuliana.

Tutta la popolazione è cordialmente invitata, i presenti riceveranno il libro in omaggio!

 

 

Quando:
venerdì 11 febbraio 2022, ore 20.00
domenica 13 febbraio 2022, ore 20.00

Dove:
Teatro Marmolèda, Canazei (TN)
Gran Ciasa, Soraga di Fassa (TN)

Per informazioni e prenotazione obbligatoria:
Istituto Culturale Ladino “Majon di Fascegn”
Tel. +39 0462 764267 (anche Whatsapp)
negli orari d’ufficio entro il giorno dell’evento