Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
 

Visioni dalla Grecža salentina

Dal 10 al 12 settembre a Martignano di Lecce torna la rassegna cinematografica della Grecìa salentina che accende i riflettori sulle lingue “minori” del mondo

Sotto l'auspico del motto "Tispo sozi agapìsi cino pu 'en annorizi" (Nessuno può amare ciò che non conosce), torna a Martignano, il più piccolo borgo della Grecìa Salentina, la rassegna cinematografica Evò ce Esù Visioni, l’unica in Puglia che pone l'accento sul cinema delle lingue definite “minori”, con l'obiettivo di far conoscere al pubblico il dinamismo di molte realtà che si muovono nella prospettiva del riscatto e della volontà di risveglio dal torpore e dal conformismo culturale, nel tempo della globalizzazione.

L'iniziativa nasce da un’idea progettuale della Cooperativa sociale Open del Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano, condivisa e sostenuta dalla fattiva collaborazione della Cineteca Sarda e del Babel Film Festival di Cagliari (con le Associazioni Babel, Terra di Punt e Area Visuale Film). La collaborazione con le realtà sarde, con l'iniziativa Babel on Tour, rende possibile una rassegna ricca e variegata, altamente rappresentativa del cinema di minoranza linguistica, l’unica nel suo genere in Puglia. Inoltre, l’interazione con altre realtà provenienti da diverse parti d’Italia e del mondo, sugella un percorso di rete che, nel segno della biodiversità culturale e linguistica, crea ponti e collaborazioni inaspettate, contribuendo in modo sostanziale alla valorizzazione e promozione del territorio.

La rassegna è sostenuta anche dal Comune di Martignano e vede come partners dell’iniziativa l’Unione dei Comuni della Grecìa Salentina, l’Istituto Comprensivo di Calimera, Martignano e Caprarica di Lecce, l’Associazione Salento Griko, IT.A.CA. Salento Migranti e Viaggiatori - Festival del Turismo Responsabile, il progetto messicano “68 Voces-68 Corazones”.

La rassegna, dopo lo stop del 2020 a causa della pandemia da covid-19, torna al pubblico pugliese con pellicole provenienti da geografie e confini linguistici variegati; i luoghi del girato hanno toccato paesi come la Francia, la Turchia, il Paraguay, il Mexico, la Serbia, la Spagna, la Gran Bretagna, e l’Italia (Sicilia, Sardegna, Puglia, Campania), con lingue e parlate arcaiche e nascoste quali tabarchino, yiddish, guaranì, naxi, euskera, maya yucateca, náhuatl, yaqui, sardu, griko, dialetto siciliano, salentino, barese, napoletano, fino alle lingue fischiate (con la lingua degli uccelli di Kusköy in Turchia). Tutti i progetti filmici proposti sono in grado di esprimere, raccontare e penetrare confini culturali, sociali, antropologici, geografici, facendo emergere con forza temi di grande interesse: conflitti, ambiente, vite sospese, ricerca antropologica, religione, inclusione sociale, integrazione, solo per citarne alcuni.

 


Quando:
10, 11 e 12 settembre 2021

Dove:
Parco Turistico Palmieri
Piazza Palmieri 12 - Martignano di Lecce
Ingresso gratuito, previa prenotazione

Per informazioni e prenotazione obbligatoria:
Ufficio Informazioni Turistiche Parco Palmieri
Tel. +39 389 5544424
E mail: info@parcopalmieri.it
FaceBook: www.facebook.com/rassegnaevoceesu
Biglietteria on line: https://rassegna-evo-ce-esu-2021-biglietti.eventbrite.it

 

 

DA SAPERE: IL FORMAT EVO’ CE ESU’

La rassegna cinematografica è un tassello del format per la salvaguardia, la valorizzazione e la fruizione del patrimonio linguistico e culturale della Grecìa Salentina, curato dal Parco Turistico Culturale Palmieri di Martignano (Le), con la Cooperativa sociale Open e l’Associazione Salento Griko. Il format esprime la produzione editoriale di documentari, laboratori, cd musicali, e la proposta di eventi di fruizione del patrimonio immateriale come tour tematici, rassegne, eventi e servizi. In tutti i progetti la lingua grika e quella romanza divengono l’elemento di racconto principale, amplificato dal linguaggio filmico e delle arti performative, ma soprattutto da vissuto delle comunità locali, vera forza del format. Obiettivo dichiarato è quello di "fare memoria" per "produrre esperienze". La generale offerta del format viene promossa con l’Evò ce Esù on Tour, che sta consentendo di portare la propria visione di lettura del territorio in giro per l’Italia e per il mondo, favorendo un processo responsabile di promozione della formula di fruizione turistica del Parco Palmieri di Martignano. Dalla Val di Fassa, in Trentino, presso la comunità dei Ladini, fino a Noto, in Sicilia, passando per Kalamata, in Grecia, nei Paesi Bassi, negli Stati Uniti, sono tanti i luoghi nei quali il griko di Evò ce Esù sta riscuotendo interesse e successo.