Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
 

Lingue romanze del Piemonte

Sabato 2 ottobre a Oulx/Ols in Val di Susa, in occasione della Fiera franca del Grand Escarton, decima edizione della giornata dedicata alle lingue e culture occitana, francoprovenzale e francese

Come da consuetudine da 10 anni, in occasione della Fiera Franca del Grand Escarton di Oulx, la Città Metropolitana di Torino e l’associazione Chambra d’Oc, in collaborazione con il Comune di Oulx, colgono l’occasione per celebrare la Giornata delle minoranze linguistiche storiche: occitano, francoprovenzale e francese con lo scopo di rendere omaggio alle minoranze linguistiche storiche italiane, tutelate dalla legge 482 del 1999 "Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche".

Quest’anno si celebra la X° giornata consecutiva con un evento dedicato all’operazione linguistica e culturale portata avanti dal film documentario "Bogre: la grande eresia europea" di Fredo Valla (195’).
Bogre racconta un lungo viaggio sulle tracce di Catari e Bogomìli, eretici del medioevo, diffusi dai Balcani all’Occitania, passando per l’Italia settentrionale e la Bosnia. Per questo la loro fu - come recita il sottotitolo del film - la grande eresia europea. Perché Bogre? Chi parla la lingua d’oc sa che bogre significa bulgaro, ma che da secoli la parola ha assunto il significato di inetto, babbeo, di colui che maschera la verità. Dal XII secolo bogre divenne un insulto diretto ai Catari d'Occitania, assimilati al movimento dei Bogomìli bulgari, da cui il catarismo occidentale derivava.

La dimensione europea del film si respira anche a partire dalle 5 lingue protagoniste del documentario: occitano, italiano, francese, bulgaro e croato-bosniaco. Fredo Valla, regista e sceneggiatore pluricandidato al David di Donatello, è da sempre attento alle lingue minoritarie, a partire dalla sua lingua madre, l’occitano, che nel film dialoga con le altre lingue all’interno di un contesto di prestigio internazionale e contemporaneo che tanto ricorda il prestigio e la considerazione che la lingua e la civiltà d’oc aveva raggiunto nel XIII secolo, proprio prima di subire il colpo delle crociate anticatare. Il film ha visto mettersi in moto l’intero gruppo di lavoro della Chambra d’Oc, a partire da Peyre Anghilante e Matteo Ghiotto, animatori degli sportelli linguistici, che si sono occupati rispettivamente dei sottotitoli in occitano e in francese.

Il programma prevede la mattina un incontro con gli studenti dell’Istituto “Des Ambrois”. Nel pomeriggio alle ore 15.00, dopo i saluti istituzionali, avverrà la prima proiezione per il pubblico esterno e alle ore 20.15 la proiezione serale sempre aperta a tutti, previa prenotazione obbligatoria presso lo sportello linguistico di francese (Agnès DIJAUX 328-4730692).
(Fonte: Chambra d'Oc)



Quando:

Sabato 2 ottobre 2021, dalle ore 10.30

Dove:
Auditorium dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Luigi Des Ambrois”
Via Martin Luther King 10 - Oulx/Ols (TO)


Per informazioni:
Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone
Tel. +39 0122 831252
Comune di Oulx
Tel. +39 0122 831102
Ufficio IAT Oulx
Tel. +39 0122 832369





Da sapere:

La Legge 15 dicembre 1999, n. 482 “Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche”  ha riconosciuto nella Regione Piemonte quattro lingue minoritarie storiche: l’occitano, il francese, il francoprovenzale e il walser.