Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
Condividi: Facebook Twitter
 
 

Trienala Ladina e Premio di scultura Richard Agreiter 2019

Sarà visitabile fino al 24 maggio al Museum Ladin di San Martino in Badia la mostra che riunisce le opere degli artisti vincitori della sesta Trienala Ladina e del Premio “Richard Agreiter”

È lo spazio in tutte le sue declinazioni il protagonista della mostra “Le post é la lerch” (Il luogo è lo spazio), inaugurata il 20 settembre al Museum Ladin Ciastel de Tor, che espone opere dei vincitori del sesto concorso d’arte Trienala Ladina (Annatina Dermont, Yvonne Gienal, Karin Schmuck, Claus Soraperra e Tobias Tavella) e del Premio artistico “Richard Agreiter” 2019 (Michael Schrattenthaler). I sei artisti, selezionati da una giuria internazionale, si confrontano con questo tema attraverso una molteplicità di strumenti, dalla pittura alla fotografia, fino alla performance, all’installazione e, nel caso di Schrattenthaler, alla scultura.

La Trienala Ladina è un concorso d’arte organizzato ogni tre anni dal Museum Ladin Ciastel de Tor di San Martino in Badia, giunto quest’anno alla sesta edizione, aperto ad artisti e artiste residenti nelle cinque valli ladine dolomitiche (Val Badia, Val Gardena, Val di Fassa, Livinallongo e Ampezzo), nel Cantone dei Grigioni in Svizzera e nel Friuli-Venezia Giulia, nonché a coloro che si sentono ladini e hanno un legame con la storia, la cultura e le tradizioni ladine.
L’obiettivo del concorso, che dà diritto ai vincitori di esporre, è quello di rendere nota la produzione d’arte ladina a un ampio pubblico.
La giuria internazionale dell’edizione 2019 era composta da Adam Budak, curatore della Galleria nazionale di Praga, Cristiana Perrella, direttrice del Centro d’arte contemporanea “Luigi Pecci” di Prato, Stefania Pitscheider, direttrice del Museo delle donne di Hittisau, in Austria, Gianfranco Maraniello, direttore del Mart di Rovereto, e dallo storico dell’arte austriaco e curatore dell’edizione di quest’anno, Günther Moschig.

Il Premio artistico “Richard Agreiter”, che porta il nome dell’omonimo scultore austriaco di origini badiote, è rivolto alle scultrici e agli scultori di opere in metallo, legno, ceramica, pietra o cemento, che abitualmente operano e dimorano nelle zone del Tirolo storico, o Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, e nei tre comuni ladini del Bellunese (Ampezzo, Colle Santa Lucia e Livinallongo del Col di Lana) e che abbiano un particolare legame con la storia, la cultura e le tradizioni di queste terre. Componevano la giuria internazionale del premio Stefania Pitscheider, Günther Moschig, l’artista Aron Demetz e il direttore del Museum Ladin Stefan Planker.


Quando:
Dal 21 settembre 2019 al 24 maggio 2020

Dove:
Museum Ladin Ćiastel de Tor
Via Tor 65 - 39030 San Martino in Badia (BZ)

Per informazioni:
Museum Ladin Ćiastel de Tor
Tel. +39 0474 524020
E-mail: info@museumladin.it
Web: www.museumladin.it
Facebook: Museum Ladin