Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
 

"Buone pratiche" tra le minoranze linguistiche

Una nuova pubblicazione del Consiglio d'Europa raccoglie efficaci iniziative degli Stati membri nella promozione e tutela delle comunità di minoranze linguistica

Le lingue minoritarie tradizionalmente utilizzate in Europa, comprese alcune delle 79 lingue contemplate dalla Carta europea delle lingue regionali o minoritarie, rischiano di scomparire. La loro conservazione richiede la volontà e la determinazione di molti soggetti pubblici e privati: in primo luogo gli stessi parlanti,  ma soprattutto le autorità preposte alle politiche linguistiche, nonché gli enti e i servizi a contatto quotidiano con il pubblico, come trasporti pubblici, servizi sanitari, scuole, centri sportivi e culturali, banche e negozi.

Sono molte in Europa le iniziative in favore delle lingue meno parlate, intraprese sia a livello locale che nazionale, ma spesso queste azioni non sono sufficientemente conosciute al di fuori dei loro confini geografici. Lo scopo di questa pubblicazione è proprio quello di rendere i lettori consapevoli di ciò che gli altri stanno facendo e di ciò che può funzionare nel proprio ambiente linguistico.

La pubblicazione "Protection and promotion of regional or minority languages: promising practices across Europe 2015-2020" contiene esempi di pratiche che potrebbero incoraggiare i vari portatori di interesse sia pubblici che privati a scambiare e/o lanciare iniziative simili in altri contesti. Il patrimonio linguistico europeo si presenta come un fenomeno vivo, in evoluzione di pari passo coi tempi che viviamo caratterizzati da una digitalizzazione dei legami sociali o dalla pandemia di Covid-19.

Gli interessati potranno scaricare il file pdf del testo direttamente dal sito del Consiglio d’Europa, oppure richiederne l’invio, in base alla disponibilità, all’indirizzo email docrequest@coe.int.
(Fonte: sito web Council of Europe)