Provincia Autonoma di Trento - Minoranze Linguistiche

Logo stampa
 
Minoranze linguistiche
Condividi: Facebook Twitter
 
 

Festival Liet International

Si terrà nella frisone Ljouwert/Leeuwarden, Capitale europea della cultura 2018, la kermesse musicale delle lingue minoritarie d'Europa: call for new songs fino al 1° marzo

Il Centro culturale Neushoorn a Ljouwert/Leeuwarden ospiterà l'edizione 2018 del Liet International
Il Centro culturale Neushoorn ospiterà l'edizione 2018 del Liet International

Il più importante e storico festival musicale delle lingue minoritarie d'Europa torna a casa: sarà infatti la città che lo ha visto nascere nel 2002, capoluogo della Frisia olandese, ad ospitare la 12ma edizione del concorso europeo Liet International il prossimo 23 maggio.
Proprio così, per quasi dieci anni il Festival è stato itinerante, ospitato in diverse comunità di lingua minoritaria europee: nella Lapponia svedese per ben due volte, nella Bretagna francese, nella friulana Udine (Italia), a Xixón/Gijón nelle Asturie spagnole, in Bassa Sassonia a Oldenburg/Ollnborg (Germania del Nord) e poi tra il popolo sámi del nord della Norvegia, a Kautokeino, godendo dal 2008 del patrocinio del Consiglio d'Europa.
Ma quest'anno, visto che la città di Ljouwert/Leeuwarden e l'intera regione di Frisia, sono state nominate, insieme a La Valletta, Capitale europea della cultura, il comitato organizzatore del Festival ha ben pensato di farlo tornare alle sue origini e di trasformarlo a pieno titolo in uno degli eventi di maggior spicco del cartellone culturale della città frisone.
Proprio per questo motivo, l'edizione 2018 del festival è stata definita un'edizione XXL - extralarge, e sarà in grado di accogliere sul palco un maggior numero di artisti.
I vincitori delle edizioni 2017 e 2018 del Liet, il Festival della canzone della Frisia, così come quello del Sámi Grand Prix 2017, si sono già qualificati per partecipare di diritto al Liet International 2018 XXL; altri dodici artisti , solisti o gruppi, saranno selezionati tra i musicisti di tutta Europa che abbiano inviato entro il 1° marzo le loro composizioni, rigorosamente nuove, non di tipo tradizionale e, condizione fondamentale, scritte in una lingua regionale o minoritaria.
Obiettivo principale del Festival infatti, rimane quello di dare agli artisti che fanno musica utilizzando una lingua minoritaria, la possibilità di esibirsi su un palco internazionale assicurando loro la meritata visibilità e premiando generi musicali lontani da logiche commerciali o più semplicemente folkloristici.
Nelle precedenti edizioni, si sono ascoltate canzoni in diverse lingue di minoranza, come l'arbëresh, l'asturiano, il basco, il bretone, il catalano, la lingua cornica, il corso, la lingua faroese, il frisone, il friulano, il gaelico, il galiziano, il careliano, il basso sassone, la lingua mannese, il meänkieli, la lingua mordvina, il frisone settentrionale, l'occitano, il romani, il sámi, il sorabo, l'udmurto, la lingua vepsa, la votica e la gallese.
L'ultima edizione di Kautokeino è stata vinta dalla giovane cantante sámi Ella Marie Hætta Isaksen, che si è aggiudicata sia il premio della giuria che quello per i musicisti.
Gli organizzatori di questa dodicesima edizione stanno lavorando ad una diretta radio e una diretta web, oltre che ad una registrazione per la televisione.
Il concorso è diventato nel tempo uno dei maggiori eventi per la promozione delle lingue minoritarie europee e per questo motivo attira molto l'interesse dei media: infatti ne hanno parlato e trasmesso importanti emittenti internazionali, come la BBC, la CNN e Al Jazeera.


Per informazioni e iscrizioni:
sito web: www.liet-international.com
e-mail: lietinternational@gmail.com